Il 27 settembre 2019 a Termini Imerese (Pa) in presenza del notaio è avvenuto l'adeguamento dello statuto della FEO per passare da Onlus a ETS.
 
               
 
 
                 Siamo stanchi e disgustati nel sentire notizie sul fallimento della FEO O.

Sono NOTIZIE FALSE per far confondere la gente e convogliarla verso altre Federazioni.
Noi siamo e continueremo ad essere tra voi e per voi allevatori, TRASPARENTI e LEALI, come dovrebbe essere il mondo dell'Ornitofilia.
Invece in Italia si assiste, ahimè:
1) a scalate sociali
2) a giochi di potere in nome del dio denaro.
3) a persone che ci remano contro dicendo fandonie
4) a persone che dettano leggi dandone connotazione generale.
A tali persone infide che pensano di essere furbi e con ipocrita disponibilità diciamo: CHE GLI OCCHI UMANI HANNO LA CAPACITA' DI ESEGUIRE RADIOGRAFIE CHE LI SMASCHERANO E LI METTONO A NUDO.....
 
 
                                                        
 
 
Il CDF FEO O invita soci e simpatizzanti a partecipare numerosi ai tre giorni della mostra di Reggio Emilia stand DX 16 dove ci si puo' iscrivere ad una delle associazioni federate e alla FEO O
 
 
                
 
 

Si comunica a tutti gli Iscritti FEO-Onlus che è indetta l' Assemblea Ordinaria annuale con discussione Bilancio e attività svolte, in prima convocazione il 23/11/2019 in Rifugio Capanna Margherita Metri 4554 slm ,Punta Gnifetti (Signalkuppe) GPS: 45° 55' 38 alle ore 24,00 e in seconda convocazione domenica 24/11/2019 c/o ENTE FIERA di REGGIO EMILIA in Via FILANGERI G., 15 Stand DX16 alle ore 11,00.

 

Vista l'importanza degli argomenti e la possibilità di esporre idee per una ulteriore crescita della FEO-Onlus si chiede una attiva partecipazione.

Per chi non puo’ partecipare all’assemblea faccia pervenire la delega al rappresentante dell’associazione .

Il modulo della delega si puo’ richiedere a segreteria@feo-italia.it

Il CDF FEO-Onlus..

 

 
           
                                                   
 
 
Un nostro socio a scritto  una favola dell'Ornitologia, adatta in questo periodo.
La morale della favola è che ci sono "UOMINI" che opprimono gli "INNOCENTI" con falsi pretesti.
Sta agli "INNOCENTI" decidere se continuare a farsi opprimere, oppure pascolare con l'orsa  ed il leone!
Se qualcuno ha deciso di fare un torto inventando pretesti, è inutile cercare di far valere la logica e la giustizia.
Rimgraziamo il nostro socio!
 
 
                                                          
 
 
Un nostro socio scrive:
Succede spesso di entrare in contrasto con qualcuno.
A volte non ci rendiamo conto che i parametri di valutazione delle azioni, delle parlole, dei comportamenti non sono tutti uguali.
In ornitologia spesso succede anche questo.
E come passare dal binario normale a quello scartamento diretto, se non cambi treno deragli.
Ogni tanto fermiamoci a considerare se siamo sul binario.
consueto o su quello a scartamento ridotto e regoliamoci di conseguenza.
Per il bene dell'ornitologia che tutti con la bocca diciamo di "amare".....
Ringraziamo il nostro socio!
 
 
                                                                                
 
 
 
Ringraziamo il nostro socio per avere scritto nella sezione di COMUNICAZIONI e SUGERIMENTI.

Il nostro socio scrive:
Molti che si definiscono allevatori preferiscono essere sbranati da lupi travestiti da agnelli e non riescono ad accettare il confronto con lupi che si vestono da lupi.
Che gente strana!!!!

Grazie alla FEO. O.
 
 
                                                            
 
 
Il 15 gennaio 2020 si è svolta la riunione del CDF FEO, in cui si è discusso della situazione dell'Associazione Ornitologica Prealpina, la quale si sta preparando per rinnovare il consiglio direttivo.

Inoltre, si è deciso di mantenere la convenzione con la FEM 2 dopo ampia discussione rivedendo alcuni aspetti.
 
Dopo, il vece presidente Oletto sta registrando alla prefettura di Padova la FEO. O, ossia nel capoluogo in cui ha sede legale la FEDERAZIONE.

Si informano i soci che visto i nuovi iscritti stranieri nel FORUM FEO si ritiene opportuno di inserire nel FORUM un traduttore istantaneo.

Ancora, i membri del Direttivo precederanno per ottenere vari risultati a livello nazionale e stileranno il calendario mostre che saranno organizzate con la collaborazione delle varie associazioni sotto l'egida della FEO .

Inoltre si decide di inviare agli uffici competenti una lettera per informarli della presenza della FEO O da oltre dieci anni.


Il CDF FEO.O.
 
 
 
                                                                
 
 
 
Ringraziamo la nostra socia per aver scritto nella sezione di COMUNICAZIONI e SUGGERIMENTI
 
La nostra socia scrive:

Cin risiamo.
Il Ornitologia ogni cosa che fanno gli altri non va bene, ma quando la stessa cosa la fanno loro allora.....
Puttroppo nulla di nuovo sotto il sole....
 
 
 
 
                                                            
 
 
 
Ringraziamo il nostro socio per aver scritto nella sezione di COMUNICAZIONI e SUGGERIMENTI.
Il nostrio socio scrive:
 
Mi fa rabbia quando ci si rifà all'ornitologia, per condannare tantissime cose di vario tipo.
Ma poi non si agisce alla stessa maniera con tutti......
 
 
 
                                                             
 
 
Ringraziamo il nostro socio per aver scritto nella sezione COMUNICAZIONI e SUGGERIMENTI.
Il nostro socio scrive:
 
L'ornitologia ma dove stiamo andando a finire?
Davanti a tutto ciò non mi resta altro che tacere, perchè non ci sono parole capace di esprimere lo sdegno e riprovazione.
 
 
 
 
                                                       
 
Un nostro socio scrive:

Secondo il mio parere, noi della FEO O. non ci dobbiamo paragonale a nessuno.
Teniamo sempre la testa ben alta e ricordiamoci, noi siamo semplicemente noi e questo nessuno lo può superare.......

Ringraziamo il nostro socio.
 
 
 
 
                                                     
 
Il nostro socio scrive:

Vedere, non è così scontato.
Vedere significa accostarsi alla realtà con la disponibilità a lasciarsi stupire, provocare dell'inedito.
Vedere significa che non si sa tutto e bisogna riconoscerlo, c'è sempre  del nuovo che ci aspetta.
Con questo spirito mi chiedo, ma le altre FEDERAZIONI riescono a VEDERE........
 
Ringraziamo il nostro socio.
 
 
 
 
 
                                                           
 
Il nostro iscritto scrive:

Tutti che parlano di passione ornitologica, ha questi tali voglio dire ma cosè  la passione?
Bisogna dire che molte persone vivono senza passione.
E' finito il tempo della passione e conoscenza, le passioni erano tante....
Passione vuol dire non adattarsi all'esistente, animati da speranza e gioia di fare una cosa....
Oggi si vive sugli schemi.
Per avere una passione necessita allargare gli spazzi....

Ringraziamo il nostro socio.
 
 
 
 
 
 
                                           
 
Il nostro socio scrive:
 
E' giusto ricordare a tutti gli allevatori di ornitologia che prima di parlare bisogna sentire sempre due campane.
Si perchè quando il corvo sente solo una capana, vuol dire che la sua malafede e prevenuta....
Comunque dico sempre il tempo è galantuomo, con l'ipogrisia non si arriva a nulla.....

Ringraziamo il nostro socio.
 
 
 
 
 
                                                           
 
 
 
                                                                     VERBALE 5/5/2020
 
Il giorno 5 del mese di Maggio dell'anno 2020 in Skype si è riunito con convocazione ordinaria il CDF FEO O che ha approvato il verbale della seduta precedente, ha discusso sulla reperibilità degli articoli per la rivista Ornieuropa e sulla probabilità di integrare l'attuale comitato redazionale.
Inoltre, poichè l'attuale CDF FEO O è prossimo alla scadenza, si propone di preparare un comitato da inviare a tutte le segreterie per dare tempo ai soci di presentare le proprie candidature, ai sensi delle vigenti norme federali, per il rinnovo del suddetto consiglio.
Ancora, è stato stilato il calendario ordini/iscrizioni per l'anno 2021, le cui date potrebbero subire delle modifiche dipendenti dalla ditta fornitrice degli anelli.
 
Il CDF FEO O.
 
 
 
                                               
 
La nostra socia scrive:
 
In ornitologia tutti che parlano di mostre ma pochissimi dimostrano di essere veri insegnanti.
Ricchi di valori umani, difficile trovare competenza, disponibilità e amore per questa passione.
Io per quanto mi riguarda ringrazio la FEO O.
Scrivono nuovo mondo ornitologico, ma io di nuovo non vedo nulla.....
 
Ringraziamo la nostra socia.
 
 
 
 
                               
 

Un nostro socio scrive:
 
Ma devvero questi della nuova Federazione vogliono farci lezioni.....
Be io dici: è la coerenza tra i propri persieri e azioni che fa di ciascino di noi PERSONE LIBERE......

Ringraziamo il nostro socio.
 
 
 
                               
 
Un nostro socio scrive:

Io penso che in ORNITOFILIA sostanzialmente il problema sia lo stesso e dipende dai comportamenti tipici di una società, in cui buona parte, ancora sia arcaica.
Fino a quando ciò che viene sempre e comunque leggittimato per la propria parte sarà considerato scandaloso se compiuto da altri, nel nostro paese non cambia nulla, in Italia siamo pessimi sarti e abbiamo l'abitudine di allungarlo o accorciarlo a seconda dell'apparenza della persona a cui confezioniamo l'abito.
In ogni modo io dico GRAZIE alla FEO O.
 
Ringraziamo il nostro socio.
 
                                                                     
 
Un nostro socio scrive:

A mio modesto parere una ASSOCIAZIONE dove si DIALOGA e si RIDE e meglio di una associazione dove si è monologo e si piange......
Per questo dico FERMAMENTE un GRAZIE all'AOS (Associazione Ornitologica Sicania).
 
Ringraziamo il nostro socio.
 
 
                                                                     
 
Una socia scrive:
 
Spesso i rapporti in ornitofilia oscilliamo tra due tendenze. 
Una è il trionfo della volgarità, della villania, della protervia dell'autocelebrazione, della mancanza di rispetto per gli altri.
L'altra è il manierismo dei convenevoli, delle ipocrisie, delle finte amicizie, delle frequentazioni  interessate, dei salamelecchi frivoli accompagnati da un calice di prosecco.
Per entrambi i due atteggiamenti provo un  profondo disgusto.
Un saluto e abbraccio agli amici della FEO O. dove mi trovo BENISSIMO!
 
Ringraziamo la nostra socia.
 
 
 
 
 
                                                                      
 
 
 
                                                                        VERBALE del 22/ 09/2020
 
Il 22 settembre 2020 in skype si è riunito il CDF FEO O che ha approvato all'unanimità il verbale della seduta precedente.
Ha verificato i requisiti delle persone che hanno presentato la candidatura per il rinnovo del CDF FEO O e inolrte ha deciso che, visto la situazione nazionale provocato dal covid 19, valuterà come svolgere l'assemblea ordinaria e le elezione del nuovo Consiglio Direttivo.
Pertanto dovrà indire una nuova riunione per decidere in merito.
Per di più ha avanzato delle proposte per rendere sempre più innovativa la rivista Ornieuropa
e le mostre che organizzerà nel 2021 su tutto il territorio nazionale.
 
Il CDF FEO O.
 
 
 
 
                                                           
 
 
                                                                Verbale del 19 /10/2020
 
Lunedì 19 ottobre 2020 si è riunito il CDF FEO O. in skype e a approvato il verbale della seduta precedente e a fissato la data dell'assemblea Generale annuale pel la discussione del bilancio e delle attività svolte e per la votazione per il rinnovo del CDF FEO O. dopo avere sentito il parere di un legale, visti i problemi del covid 19, in prima convocazione il 27/11/2020 presso Monte Rosa Capanna Margherita 4550 metri alle ore 23,30, in secoda convocazione il giorno 28/11/2020 alle ore 21,30 utilizzando i software di comunicazione skype.

Inoltre, sta valutando varie proposte per cambiare la piatttaforma del sito, del forum e la loro gestione per dare più servizi ai propi soci, anima della Federazione. 
 
Il CDF FEO O.
 
 
 

                                                         

 

                                                                     Verbale 15/01/2021

Il giorno 15 del mese di Gennaio dell’anno 2021 in Skype alle ore 21:44, si riunisce con convocazione ordinaria il CDF FEO.O, il quale dopo aver approvato il verbale della seduta precedente assegna le cariche in seguito alle votazioni del rinnovo del CDF FEO O.                          
Viene riconfermato: 
Presidente Papania Antonio, 
Vice presidente Oletto Simone 
Segretario Coppa Massimiliano;                                                                                                                        
I consiglieri: Micali Giuseppe, La Russa Carmela , Martone Mario , Oletto Jose'.                             
 Il CDF istituisce l'ufficio di segreteria federale e nomina vice segretario Mario Di Giacinto. 
Inoltre, si rinnoverà la convenzione per il sessaggio, e si prenderà una posizione ufficiale riguardante la normativa europea sulle specie aliene per l'impatto negativo che avrà sul nostro hobby".

 Il CDF FEO O

 
 
                                                            
 
 
Un nostro socio scrive:
 
Io mi sento di rivolgere  un sentito ringraziamento a tutti coloro che si sono impegnati  in prima persona per continuare  a portare avanti la FEO O.
Ora io mi chiedo perchè tutti sono contro la FEO O.?
Io direi di svegliarci, gli Allevatori e le Associazioni  devono assumere in prima persona le loro responsabilità.
Ancora oggi nel 2021 sento parlare di organizazioni rafforzate con il solo obbiettivo di dare anelli e programmare delle mostre.
Non si è capito che qui c'è il rischio di sopravvivenza del nostro hobby.
Allora mi chiedo.
Ma dove sta quella tanto decantata unitarietà degli Allevatori e Federazioni?
 
Ringraziamo il nostro socio.
 
 
 
                                             
 
 
 
Un nostro socio scrive:
 
A tutti questi "appassionati" di ornitofilia voglio dire!
Succede spesso di entrare in contrasto con qualcuno.
A volte non ci rendiamo conto che i parametri di valutazione delle azioni dei comportamenti delle parole, sono tutti uguali.
E come passare dal binario normale a quello scartamento ridotto, se non cambi treno deragli.
Ogni tanto fermiamocci a considerare se siamo nel giusto binario.....
 
Ringraziamo il nostro socio.
 
 
 
 
 
                                                           
 
 
                                                               Verbale del 23/04/2021
 
Il giorno 23 del mese di Aprile dell’anno 2021 in Skype alle ore 21:50 si è riunito in convocazione straordinaria il CDF FEO. O che ha approvato il verbale della seduta precedente e ha optato per un eventuale ordine anelli straordinario per il mese di Maggio. Inoltre, sta valutando di spostare eventualmente le date degli ordini per la prossima campagna iscrizioni al fine di migliorare le condizioni di consegna degli anelli. In più, ha nominato il signor Micali Giuseppe, responsabile della revisione della rivista Ornieuropa. Esauriti tutti i punti dell’ODG, alle ore 00:00 del 24/4/2021, il presidente dichiara chiusa la riunione.
 
Il CDF FEO O.
 
 
                                                            
 
 
                                                                 Verbale del 21/05/2021

Il 21 maggio 2021 il CDF FEO O. si è riunito ed ha stabilito le date degli ordini anelli per il 2022 che sono state pubblicate nel sito FEO.
inoltre, si è snellita la procedura per la correzione degli articoli per la rivista ORNIEUROPA.
 
Il CDF FEO O.
 
 
 
                                                     
 
 
 
 
                                   
 
 
 

Cari ornicoltori,

penso che sia arrivato il momento di spalancare gli occhi e le orecchie in quanto non è possibile continuare a leggere l’ingerenza e la sopraffazione della FOI, specialmente in un settore hobbistico a cui ci si dedica con passione, altrimenti non è più un hobby ma un lavoro in cui abbiamo il datore di lavoro, il cui scopo è arricchirsi e i dipendenti che percepiscono un salario “proporzionato alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un'esistenza libera e dignitosa” (art 36 della Cost). Proprio per affermare il suo monopolio ha modificato l’art 11 del Regolamento organico della FOI, inviato ai propri soci nel 2019, in cui si leggeva : 

 

“STRALCIO DEL VERBALE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO FEDERALE DEL 12-14/07/2019 Modifica integrativa dell’art. 11 del Regolamento Organico: proposte e determinazioni. Sussistono voci circa la possibilità della fondazione in Italia di una nuova Federazione con scopi congruenti o similari a quelli della FOI e, comunque, interagente nel medesimo ambito di quest’ultima. Tale ipotetica iniziativa, lungi dall’essere determinata da effettive esigenze istituzionali, non sussistenti e non avvertite, si appaleserebbe scaturigine dell’azione scomposta e disordinata di vecchi e nuovi detrattori della FOI che potrebbero ritenere di far nascere la nuova Federazione per semplice gemmazione. Alla luce di tali considerazioni, in concomitanza con l’avvio della nuova campagna tesseramenti e nel preciso intento di evitare di incorrere nei medesimi inconvenienti nei quali la FOI è stata trascinata a causa di identiche iniziative intraprese nel recente passato, di poi rivelatesi fallimentari e prive di ogni fondamento, il CDF delibera la seguente modifica integrativa dell’art. 11 del Regolamento Organico secondo il seguente testo, adeguandolo altresì al nuovo Statuto approvato dall’Assemblea del 07/04/2019 in Chianciano Terme: “Gli iscritti alle Associazioni federate, oltre all’osservanza degli obblighi di carattere generale prescritti dall’articolo 13 dello Statuto, sono tenuti ad attenersi alle norme di cui al precedente articolo 9, lettere a) e c). Nel rispettoso ossequio dei principi sanciti dalla Costituzione Italiana in ordine alla libertà di associazionismo, i Soci allevatori, i Soci allevatori allievi ed i Soci di ogni altra tipologia delle Associazioni federate che richiedono liberamente di essere tesserati alla FOI hanno l’obbligo di esclusività e, pertanto, non possono tesserarsi ad altre Federazioni insistenti ed operanti sul territorio nazionale con scopi congruenti o similari a quelli della FOI e, comunque, interagenti nel medesimo ambito di quest’ultima (Perchè? Verrebbe meno quanto è contenuto nell’art 18 della Cost). Per converso il tesserato ad altre Federazioni insistenti ed operanti sul territorio nazionale con scopi congruenti o similari a quelli della FOI e, comunque, interagenti nel medesimo ambito di quest’ultima non potrà essere tesserato alla FOI per il tramite di una delle Associazioni alla stessa federate. Il medesimo principio si applica anche alle Associazioni con riferimento alla libera scelta dell’affiliazione. La violazione di tale principio sarà sanzionato con l’espulsione (Dov’è la LIBERTA’? Perchè la COM Mondiale non è mai intervenuta?). I Soci allevatori, i Soci allevatori allievi ed i Soci di ogni altra tipologia delle Associazioni federate devono inoltre astenersi dal partecipare a manifestazioni ornitologiche organizzate in contrasto con i Regolamenti della FOI”

( E’ un regime? ). Tale intervento modificativo si rende necessario al fine di evitare inutili e dannose ipotesi di sviamento degli allevatori che, in tal modo, saranno chiamati ad una scelta preventiva, libera, consapevole ed unitaria della propria adesione alla FOI o ad altra Federazione. Nell’ambito dell’ornitologia amatoriale nessun’altra Federazione è a tutt’oggi riconosciuta dalla COM se non la FOI ed il CDF si impegnerà ad evitare il riconoscimento di eventuali altre Federazioni, (Per questo non è stata riconosciuta in 10 lunghi anni la FEO O anche se aveva tutti i requisiti previsti dalla COM Mondiale. Si ribadisce: perché la COM Mondiale non è intervenuta, è in base a quello che testualmente è scritto, è dipendente dalla FOI=COM Italia?) dapprima da parte della COM-Italia e successivamente da parte della COM e, comunque, in ogni sede. Quanto innanzi per affermare con forza il principio istituzionale della unicità della Federazione in ogni singolo settore nell’ambito di uno stesso Paese, principio che, laddove è stato violato, ha generato divisioni, inimicizie, contrarietà, sfaldamento e disgregazione del tessuto sociale (Non risulta. Anzi in tutti i settori si parla di pluralismo, partecipazione e persona umana

 

. Chi ha la forza di assumere il comando, di prendere in mano le redini, lo potrà fare mediante gli strumenti della democrazia ovvero candidandosi in FOI e sottoponendosi al giudizio dell’elettorato e non mediante la ricerca di sotterfugi e di mulattiere impraticabili. Quest’ultimo sarebbe il sintomo della improponibilità delle facce, delle storie e delle condotte di tali personaggi in ambito FOI che, in caso di loro candidatura, verrebbero verosimilmente ricacciati nei meandri delle loro reminiscenze per le torbide condotte avute. Al fine di evitare possibili inconvenienti derivanti da indicazioni speculative e di convenienza provenienti da tali eventuali altre Federazioni, appare utile precisare, a tutela degli allevatori, che il mancato tesseramento alla FOI determinerebbe la indisponibilità degli anellini e, conseguentemente, la impossibilità di partecipazione alle mostre nazionali, alle mostre internazionali ed al Campionato Mondiale, in qualsiasi Nazione del mondo esso verrà svolto.

Quindi, se sono iscritto ad un’altra federazione presente nel territorio nazionale e ordino gli anelli inamovibili di quella Federazione non posso partecipare alle loro mostre nazionali, internazionali e di altra specie.

Questi si contraddice con l’ art 18 della Costituzione oltre che viene meno la natura dell’hobby, della passione, della libertà di pluralismo e di relazionalità nascente dal concetto di persona e non di individuo.

La libertà di associazione è, come la libertà di riunione, una libertà collettiva e strumentale a carattere duraturo e costituisce, in quanto proiezione della libertà individuale, uno strumento indispensabile per favorire la crescita culturale e lo sviluppo del singolo e la sua diretta partecipazione, attraverso le formazioni sociali, alla vita economica, politica e sociale del Paese (art. 2).

Al di là del principio generale espresso nell’art. 18, la Costituzione ribadisce specificamente tale libertà in campo politico (art. 49 Cost.), sindacale (art. 39 Cost.) e religioso (art. 19 Cost).

Alla libertà «di» associazione si collega la libertà «nell’»associazione.

Per libertà «nell’associazione», in particolare, si intende la sfera delle libertà individuali che l’associato deve conservare anche all’interno della struttura associativa e che la Repubblica deve garantire allorquando l’associazione, divenuta troppo oppressiva, mette a repentaglio l’ambito di autonomia e di indipendenza del singolo.

Il Costituente attribuisce tale libertà ai soli cittadini, anche perché collega idealmente tale articolo alla libertà di associazione politica (art. 49) che la Corte di Cassazione, però, ha riconosciuto anche agli stranieri tale diritto sia ad associazioni miste (italiani e stranieri) che formate esclusivamente di stranieri la cui condizione è espressamente regolata dall’art. 10 (c. 2) Cost.

L’art. 18 della Costituzione, in ossequio al fondamentale principio del pluralismo, garantisce altresì la libertà delle associazioni, nel senso che tutela la libertà di dar vita ad una pluralità di associazioni, anche se perseguono lo stesso fine.

A sostegno del seguente discorso apologetico, si riporta uno stralcio dell’articolo scritto dal sig Banfi nel 2014 che potreste leggerlo integralmente attraverso il link sottoriportato:

 

http://www.sor.re.it/Portals/0/news/2012/file/monografia%20associazionismo%202-43.pdf

 

“Il centro motore di tutto questo che oggi chiamiamo Movimento di ornicoltori è il singolo allevatore, con la sua passione, creatività, capacità d’impegno e sacrificio. Ostacolare eccessivamente questa spontaneità può darsi agevoli la gestione del Movimento ma sicuramente deprime, disincentiva fino a spegnere i singoli. Con danni irreparabili al sistema. - Il centro di servizi al singolo è l’Associazione, sul suo territorio: favorisce contatti, scambi, moltiplica le forze necessarie per realizzare gli obiettivi; costituisce la casa dell’allevatore, di tutti gli allevatori, soci dell’Associazione o di altre. Dal momento in cui abbiamo capito che un allevatore sportivo- da solo- non ha motivo di esistere, la casa di uno è la casa di tutti, anche se non hanno la tessera, ma solo il cuore e la buona educazione...(24/04/2014 Enrico Banfi)

Il Sig Banfi, che ho conosciuto 4 anni fa per mezzo del consigliere della FEO O Massimiliano Coppa, non si è opposto alla modifica dell’art 11 del Regolamento organico, lui che ha chiaro il senso dell’ornicoltura?

L’ornicoltura è la libertà di coltivare la propria passione senza scopi di lucro, senza guadagnare sugli uccelli attraverso la vincita delle mostre che comporta per gli allevatori iscritti alla FOI, prestigio e vendita dei propri soggetti a costi più alti del normale. Proprio a causa di questo meccanismo innescatosi molti ornicoltori sono disgustati e stanno smettendo di allevare perché sono venuti meno proprio quelle caratteristiche sottolineate 7 anni fa, nell’articolo sopra riportato, ossia: passione, creatività, spirito di sacrificio, impegno in un’unica parola spontaneità.

Quando, l’uomo vuole speculare distrugge se stesso, diventa arido e sterile in quanto diventa cieco e vede solo il suo io. E l’Altro?

L’Altro è per Lévinas, infatti, ciò che caratterizza l’uomo, è la sua “inevitabile possibilità” di rapportarsi all’Altro, che non può essere ricondotto all’io, perché resta sempre esteriore alla coscienza, situato al di là di essa.

L’epifania, e dunque la manifestazione dell’Altro, avviene nel dialogo, nel “faccia a faccia”. L’Altro è quindi una rivelazione concessa in particolare dal volto, che è il mezzo di comunicazione primo e lo strumento attraverso il quale l’umanità di ciascuno si palesa.

La relazione con l’Altro, ovvero la relazione etica, è dunque parte dell’essenza dell’io, il quale è apertura, accoglienza del volto.
Per Lévinas, ciò che caratterizza l’uomo in quanto tale è proprio una dimensione etica: la capacità di infrangere l’egoismo e di rispondere alla domanda dell’Altro, ovvero di esserne “responsabile”.

Pertanto, faccio appello alla COM Mondiale e non alla FOI=COM Italia monopolizzzata, affinché possa intervenire per salvare l’ornicoltura attraverso l’accoglienza di tutte le Federazioni, come avviene in tutti gli Stati mondiali,

 

C’è stato modo di parlare, in altre occasioni, del comportamento avuto dalla COM Italia a fronte della richiesta di affiliazione avanzata dalla FEO-ONLUS evidenziando sia il fatto che le condizioni di ammissione sono state cambiate (qualcuno afferma artatamente) in modo sotterraneo e repentino, per impedirle di entrare, infatti, hanno risposto solo dopo aver modificato i requisiti, sia il comportamento scorretto usato nei confronti della FEO O che ha sempre agito nella massima trasparenza, richiedendo l’affiliazione in base a dei requisiti di cui era in possesso.

Questa scorrettezza fa emergere la voglia da parte della FOI= COM ITALIA di mantenere l’egemonia. Sete di potere e basta !

Ma la COM mondiale  non indica alcun limite numerico per le varie entità nazionali, ma addirittura, quando regolamenta le quote di affiliazione annuale, prevede le seguenti fasce:
- ? 1000 soci = € 200,00
- 1001 e 3000 soci = € 300.00
- 3001 e 6000 soci = € 500.00
- > 6001 soci = € 1.000,00
Ciò significa che una singola entità nazionale (quale la COM Italia) potrebbe avere un numero di iscritti (alle varie federazioni che la compongono) inferiore alle MILLE unità: come è possibile che, invece, la COM Italia imponga a ciascuna delle sue componenti (attenzione: nuove componenti, perché alcune di quelle già presenti non sembrano rispettare la condizione) una base di almeno 2000 soci? Possibile che nessuno si accorga di quanto l’imposizione interna risulti stridente con le regole internazionali?
L’azione della FEO-ONLUS è una vera propria battaglia a salvaguardia dei principi democratici dell’intero movimento degli allevatori: per questo non possiamo rinunciare a fare quanto nelle nostre forze affinché la “nazionale ornitologica italiana” possa essere veramente l’espressione proporzionale di tutte le rappresentanze presenti. Per questo riteniamo che ogni allevatore non possa far finta di nulla ed attendere che i giochi siano fatti sopra la sua testa e suo malgrado.
È necessario che ognuno apra gli occhi e decida se vuol essere democratico o meno … e sia ben chiaro, chi non fa nulla oppure si disinteressa non è neutrale, ma difende esclusivamente l’oscurantismo: sua libera scelta, ma che non si tenti di mascherarla con intendimenti diversi.

Inoltre, ognuno deve farsi un serio esame di coscienza e chiedersi: sono libero, sono giusto.

Vivo , come dovrebbe essere, il mio hobby per gli uccelli senza imposizioni, costrizioni, in maniera naturale, senza pensare al guadagno?

Metto al primo posto il benessere del volatile o il mio? L’incontro con gli altri allevatori avviene attraverso un colloquio edificante, costruttivo e libero da maschere e bugie?

O voglio essere il numero uno in nome di quell’IO che sta distruggendo l’ornicoltura e la sua vita stessa?

La FEO O continuerà a battersi per una ornicoltura libera dai poteri, dall’egemonia e dal monopolio.

Chi condivide i nostri ideali non deve fare altro che appoggiarli facendo la scelta giusta nel fare l’iscrizione. La differenza la facciamo ciascuno di noi all’atto della scelta.

Quindi, se le cose vanno male la colpa è anche tua che fino ad oggi hai appoggiati la FOI=COM ITALIA.

Non ti lamentare, agisci per il bene di un’ornicoltura LIBERA.

 

 

 

                                                                                                27/08/2021. Il comitato Redazionale A.O.S


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Realizzato con SitoInternetGratis :: Fai una donazione :: Amministrazione :: Responsabilità e segnalazione violazioni :: Pubblicità :: Privacy